Questo sito contribuisce alla audience di

Nàlles/Nals

comune in provincia di Bolzano (16 km), 321 m s.m., 12,34 km², 1577 ab. (nalesini/Nalser), patrono: sant' Ulrico (prima domenica di luglio).

Centro di fondovalle, situato alla destra dell'Adige. Forse centro romano, fu tenuto dai Payr e dai Boimont per conto dei principi-vescovi di Trento che lo ebbero dal sec. XI.§ Nell'abitato sono la chiesa gotica sconsacrata di San Vigilio, la parrocchiale settecentesca di Sant'Ulrico e, nelle vicinanze, il castel Bavaro, d'origine romanica ma con interventi rinascimentali, e il castello del Cigno, ricostruito nel sec. XVI, che conserva due lapidi romane rinvenute nei dintorni.§ L'agricoltura produce frutta e uva da vino; praticato l'allevamento. Attivo è il comparto industriale nei settori enologico (sauvignon, pinot grigio, bianco e nero, merlot, müller thurgau, Gewürtztraminer, schiava) e delle macchine agricole. Sviluppato il turismo enogastronomico e di villeggiatura.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->