Questo sito contribuisce alla audience di

Nàuplia

Guarda l'indice

(Náuplion). Capoluogo del nomós dell'Argolide (Grecia), 13.300 ab. (2001).

Generalità

Antica cittadina portuale nel Peloponneso, sul golfo omonimo: il nucleo più antico, formato da case basse e imbiancate a calce, è disposto tra la collina rocciosa su cui sorge la cittadella fortificata di Acronauplia, e il porto. In mezzo alla baia si erge, su di una piccola isola, il castello di Bourtzi. In età medievale la città si chiamò "Napoli di Romania".

Storia

Tributaria di Argo nell'antichità, ne seguì la sorte quando essa decadde, tanto che nel sec. II d. C. era deserta. Risorse però nel Medioevo, col nome di Nafplion (Anapli durante la dominazione turca), e fu dominata da vari signori, finché nel 1388 la conquistarono i Veneziani. Ceduta ai Turchi con un trattato nel 1540, Nauplia fu riconquistata dai Veneziani nel 1686, per ricadere in mano ai Turchi nel 1715. Allo scoppio della rivoluzione contro i Turchi, gli insorti occuparono il forte veneziano (detto “Palamidi”), riconquistando la città (1822), che dal 1828 al 1834 fu capitale della Grecia. A Nauplia scoppiò, nel 1862, la rivolta che doveva portare all'abdicazione di Ottone, re di Grecia.

Arte

Abitata sin da epoca preistorica, conserva pochi blocchi (reimpiegati in edifici posteriori) delle mura antiche e una necropoli micenea con camere tombali scavate nella roccia e movimentate da nicchie e drómoi. Il Museo, il cui edificio sorse come arsenale della flotta veneziana tra la fine del sec. XVII e l'inizio del XVIII, raccoglie materiali degli scavi delle città dell'Argolide (Micene, Tirinto, Asine; ma non Argo); eccezionali le collezioni di vasi dall'età micenea a quella ellenistica. La città conserva, in buone condizioni, tre moschee di tipo ottomano.

Economia

La città è una meta turistica frequentata soprattutto per le belle spiagge che la circondano e che orlano la penisola dell'Argolide; è anche un mercato agricolo e un porto commerciale e peschereccio.

Curiosità

Secondo la leggenda, la città è stata fondata da Nauplio, il mitico figlio di Poseidone, re del mare. Il centro è dominato dal forte veneziano di Palamiti, raggiungibile percorrendo una scalinata di 835 gradini.

Media


Non sono presenti media correlati