Questo sito contribuisce alla audience di

Nèto (antica città)

(greco Néēton; latino Netum), antichissima città della Siciliameridionale, situata alla sinistra del fiume Asinaro, pochi chilometri a NW di Noto (provincia di Siracusa). Entrata nell'orbita di Siracusa, è ricordata per essere stata ceduta dai Romani a Gerone II (263 a. C.); nel 212 a. C. cadde definitivamente sotto il dominio romano e come civitas foederata protestò contro le malversazioni di Verre. Fu distrutta da un terremoto nel 1693. Pochi sono i resti riconoscibili, tra cui quelli di un castello, della porta Reale e di un gymnasium del sec. III a. C.

Media


Non sono presenti media correlati