Questo sito contribuisce alla audience di

Nòvoli

comune in provincia di Lecce (11 km), 37 m s.m., 17,77 km², 9017 ab. (novolesi), patrono: sant’ Antonio Abate (17 gennaio).

Centro del Salentosettentrionale. Appartenne ai conti Mattei (sec. XVI), poi alla famiglia albanese Scanderbeg. Nel periodo risorgimentale fu sede di una “vendita” carbonara. Il castello dei Mattei (sec. XVI, rimaneggiato) ha pianta quadrilatera.§ Il paese è noto per la produzione di vino (salice salentino DOC) e olio (terra d'Otranto): l'agricoltura offre inoltre frutta, ortaggi, cereali e agrumi; rilevante è il florovivaismo. L'industria è attiva nei settori dell'impiantistica, delle confezioni e della lavorazione dei metalli.§ Dal 1° al 18 gennaio dura la Festa di Sant'Antonio Abate, protettore degli animali e invocato contro il cosiddetto “fuoco di sant'Antonio” (l'herpes zoster), con il rito della Focara: una gigantesca catasta di legna a forma di cono viene fatta ardere per ventiquattro ore dopo la Processione dell'Intorciata.

Media


Non sono presenti media correlati