Questo sito contribuisce alla audience di

Nasi, Nùnzio

uomo politico italiano (Trapani 1850-Erice 1935). Sindaco di Trapani, deputato dal 1886, ministro delle Poste con Pelloux (1898-99) e della Pubblica Istruzione con Zanardelli (1901-03), professò idee democratiche e fu tra i fondatori del Partito Radicale Legalitario. Accuse di malversazione a suo carico aprirono per tre anni nel Paese una serie di polemiche degenerate in Sicilia con gravi incidenti di piazza allorché il Senato, costituitosi in Alta Corte di Giustizia sotto la presidenza di Tancredi Canonica, condannò Nasi a 11 mesi di reclusione e a 4 anni di interdizione dai pubblici uffici. Idolatrato dai suoi sostenitori, fu eletto nel 1909 e nel 1913 ma la Camera annullò l'elezione. Nasi riprese il suo posto alla Camera nel 1914 e vi rimase fino al 1926 quando fu allontanato come antifascista.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti