Questo sito contribuisce alla audience di

Navagèro, Andrèa

poeta, letterato e diplomatico italiano (Venezia 1483-Blois 1529). Esponente di spicco della nobile famiglia veneta, è stato autore di poesia lirica in latino: nella raccolta Lusus (postuma, 1530) sono compresi deliziosi carmi elegiaci e saporose scene idilliche, che risentono dell'influsso di Virgilio. Ha scritto numerosi dispacci durante gli anni in cui fu ambasciatore a Madrid presso Carlo V (1523-26) e legato presso Francesco I a Blois. Fu anche storiografo e bibliotecario della libreria del Bessarione a S. Marco.

Media


Non sono presenti media correlati