Questo sito contribuisce alla audience di

Nazīr

poeta indiano di lingua urdu (Agra 1830-1912). È autore di un interessante dīvān e di numerosissimi poemetti strofici di contenuto descrittivo e fortemente realistico. Vissuto piuttosto poveramente a Delhi senza mai divenire poeta di corte, Nazīr ispirò la propria produzione poetica alla vita di tutti i giorni, tanto da rasentare spesso l'immagine bozzettistica della maqama araba classica. Nelle sue poesie, dominate dalla tristezza della sorte umana votata alla morte, è anche velatamente presente un motivo di malcontento e di protesta sociale contro le ingiustizie dell'epoca.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti