Questo sito contribuisce alla audience di

Neculce, Ion

cronista romeno (Iasi ca. 1672-1745). Avendo condiviso la politica antiturca del principe D. Cantemir, lo seguì nell'esilio. Dopo due anni in Russia e sette in Polonia, rientrò in patria nel 1719 e occupò cariche amministrative. L'opera Cronaca del Paese Moldavo abbraccia la storia della Moldavia da Dabija Vodă (1662) alla seconda signoria di Nicola Mavrocordat (1743), riprendendo il racconto lasciato interrotto da Miron Costin. La cronaca è preceduta da una raccolta di 42 leggende, Un gruppo di aneddoti, raccolti dalla tradizione orale. Raccontando eventi di cui fu in gran parte testimone, Neculce è scrittore di partecipazione viva e diretta, ed è divenuto, per le qualità del suo stile, modello per i grandi prosatori del periodo classico, da Negruzzi a Creangă a Sadoveănu.

Media


Non sono presenti media correlati