Questo sito contribuisce alla audience di

Nelligan, Émile

poeta canadese di lingua francese (Montréal 1879-1941). Nato da padre irlandese e da madre canadese-francese, notevole poeta fin dai primi suoi versi, imitò Ch. Millevoye e A. Chénier; ma subito passò a una concezione moderna della creazione artistica facendo sua l'esperienza dei simbolisti francesi e belgi, da Verlaine a Rodenbach e Rollinat. Sentì profondamente Baudelaire e fu incline a una melanconia triste e dolorosa. Le sue poesie furono raccolte nel 1903 a Montréal, ma solo successivamente vennero valutate dalla critica: fondamentale è l'edizione delle Poésies complètes, 1896-99 (1952), a cura di Luc Lacourcière. Sentì l'angoscia della vita moderna e la cantò in un celebre componimento, Romance du vin (Romanza del vino). Con la sua opera Nelligan ha inserito il Canada francese nella letteratura d'avanguardia, lasciando da parte i soliti temi tradizionalisti e quelli stessi patriottici cari ai Canadesi francofoni.

Media


Non sono presenti media correlati