Questo sito contribuisce alla audience di

Nenec, Circondàrio autonomo dei-

(Nenecki avtonomnyj Okrug). Circondario autonomo della Russia nordorientale, 176.700 km², 42.000 ab. (stima 2006), 0,2 ab./km², capoluogo: Narjan-Mar. Confini: provincia di Arcangelo.

Il territorio, all'interno della provincia di Arcangelo, è situato a N della Pianura Europea Orientale e si affaccia a N-NW al Mar Baltico, al Mare di Barents e al Mar di Kara, tra la penisola di Kanin e il basso corso del fiume Kara. Il territorio, prevalentemente pianeggiante, comprende la Malozemelskaja Tundra e la Bolšezemelskaja Tundra, separate dal basso corso del fiume Pečora. Rilievi montuosi sono le catene di Timan e di Pai-Hoi. Numerosi i laghi, tra cui il lago Gordeckoe. Sul territorio numerosi parchi naturali di interesse regionale e il Parco Nazionale Neneckij. Il clima è continentale a S e marittimo a N.Le condizioni climatiche rendono difficile lo sviluppo agricolo, perciò le risorse economiche per gli abitanti (russi, nenec, comi, ucraini) sono l'allevamento delle renne, la caccia, la pesca e lo sfruttamento del sottosuolo, ricco di petrolio, gas, carbone (giacimenti nel bacino della Pečora), fluorite, ambra, agata, rame, nichel e cobalto. L'industria (carburanti, alimentari, energia) si concentra nel capoluogo. Le terre del Circondario sono la patria dei nenec (gruppo della tundra).La prima città russa oltre il Circolo Polare, Pustozersk (1499), divenne il centro amministrativo, economico e culturale del NE della Russia e punto di partenza per spedizioni di conquista dell'estremo Nord. A Pustozersk venivano esiliati personaggi scomodi alla Chiesa e alle autorità. In seguito la città cadde in decadenza e nel XX secolo venne completamente abbandonata. Nel 1929 nacque il Distretto di Nenezia con centro amministrativo a Nar'jan-Mar.

Media


Non sono presenti media correlati