Questo sito contribuisce alla audience di

New Jersey

Guarda l'indice

Stato federato degli USA nordorientali, 20.169 km², 8.724.560 ab. (stima 2006), 433 ab./km², capitale: Trenton. Confini: New York (N, NE), oceano Atlantico (Delaware Bay) (E, S), Delaware e Pennsylvania (W).

Generalità

Il New Jersey è caratterizzato da tre regioni morfologiche: lungo l'oceano la pianura, bassa e paludosa nella cimosa costiera, dolcemente ondulata nell'entroterra; nell'interno il cosiddetto Piedmont, serie di ripiani di grande importanza economica, in quanto i fiumi nel superare il dislivello tra il Piedmont e la pianura atlantica formano la linea delle cascate (Fall Line), utilizzata per la produzione di energia elettrica; infine nel settore nordoccidentale i rilievi appalachiani con i monti Kittatinny (High Point, 550 m, massima elevazione dello Stato). Principale corso d'acqua è il fiume Delaware, che segna il confine occidentale del New Jersey. Il clima è di tipo continentale, con inverni rigidi ed estati brevi e fresche: le precipitazioni si aggirano sui 1100 mm annui. Risorse economiche dello Stato sono l'agricoltura (ortaggi, frutta, cereali, foraggi), l'allevamento (bovini, suini), la pesca e l'industria, sviluppata nei settori chimico, alimentare, elettrotecnico, meccanico, cantieristico, tessile, dell'abbigliamento, metallurgico e petrolchimico. La maggior parte delle città del New Jersey è concentrata di fronte a New York, inclusa nella sua area metropolitana o gravitante economicamente su di essa. Città importanti, oltre alla capitale, sono Newark, Jersey City, Paterson, Camden, Elizabeth, Clifton, East Orange, Passaic, Bayonne, Irvington e Atlantic City.

Storia

Sede, nel sec. XVII, di stanziamenti svedesi e olandesi, fu successivamente occupato dagli Inglesi. Nel 1664 fu assegnato in concessione a George Carteret, indi, nel 1682 fu acquistato da W. Penn. Dal 1702 divenne una colonia della corona. Nel corso della guerra di indipendenza fu teatro di importanti battaglie, tra cui quella di Princeton (3 gennaio 1777). Durante i lavori per l'elaborazione della Costituzione federale i suoi rappresentanti difesero i diritti dei piccoli Stati, proponendo un Parlamento unicamerale nel quale ogni Stato avesse un solo rappresentante (New Jersey Plan), principio che lasciò traccia nel disposto costituzionale e nella composizione del Senato. Dapprima federalista, dopo il declino di tale partito passò ai democratici. Nel sec. XX repubblicani e democratici si sono alternati al potere con una certa prevalenza dei primi.