Questo sito contribuisce alla audience di

Nias

isola indonesiana (4063 km²; 372.000 ab.; capoluogo Gunungsitoli) dell'Oceano Indiano, 100 km al largo delle coste occidentali di Sumatra. Lunga ca. 120 km e larga al massimo 50 km, culmina a 886 m di altitudine. Agricoltura (cereali, palme da cocco), pesca, sfruttamento forestale e del sottosuolo (oro, argento). § Abitata dal più piccolo gruppo etnico di tutto l'arcipelago indonesiano, Nias costituisce un'importante stazione archeologica che testimonia complessi incontri di culture diverse, ancora non bene precisati. La lavorazione dei metalli, introdotta con la cultura Dông-so'n (che dallo Yunnan raggiunse l'Indonesia intorno ai sec. VIII/VII-IV a. C.) vi fu praticata molto presto e da essa si svilupparono gli stili decorativi curvilinei che si sovrapposero alla tradizione megalitica, la cui attività peraltro si perpetuò fino alla nostra epoca, conservando pressoché inalterato lo stile monumentale proprio del Neolitico indonesiano. Antica manifestazione dell'arte cultuale praticata a Nias sono le immagini di antenati, di originale stilizzazione. Intagli ornamentali nella decorazione lignea delle abitazioni riflettono antiche mediazioni dell'arte plastica indiana.

Media


Non sono presenti media correlati