Questo sito contribuisce alla audience di

Nigra, Costantino

filologo, poeta e diplomatico italiano (Villa Castelnuovo, Aosta, 1828-Rapallo 1907). Di umili origini, prese parte come volontario nei bersaglieri alla guerra del 1848. Entrato in diplomazia, divenne segretario di D'Azeglio, poi di Cavour che accompagnò a Londra e a Parigi; svolse incarichi delicati durante il Congresso di Parigi e il Convegno di Plombières; fu ministro plenipotenziario prima, ambasciatore poi a Parigi presso Napoleone III (dal 1860 al 1870). Richiamato in Italia, fu successivamente ambasciatore a Pietroburgo (1876), Londra (1882) e Vienna (1885-94), dove svolse un'abile azione diplomatica. Conte nel 1886 e senatore nel 1890, si ritirò a vita privata nel 1894. Di larga cultura filologica, lasciò i Ricordi diplomatici e raccolse i Canti popolari del Piemonte, in edizione completa nel 1888.

Media


Non sono presenti media correlati