Questo sito contribuisce alla audience di

Nobre, António

poeta portoghese (Oporto 1866-Foz-do-Douro 1903). Trascorse tutta la vita a Coimbra, nell'antica torre alla foce del Mondego che ha poi preso il suo nome, abbreviato familiarmente (Torre do Anto). La sua poesia, di ispirazione malinconica e di linguaggio familiare, tale da ricordare parzialmente i crepuscolari italiani, è legata alla memoria dell'infanzia e mitizza l'Io dell'autore in quanto “angelo” caduto sulla terra inospitale: essa è tutta riassunta nel volume (1892; Solo) a cui si sono aggiunte alcune pagine postume.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti