Questo sito contribuisce alla audience di

Nováková, Teréza

narratrice e giornalista ceca (Praga 1853-1912). Intelligente e colta, attiva sostenitrice del movimento femminista, è autrice di romanzi realistici di un certo rilievo, quali Jan Jílek (1904), dove è narrato il drammatico destino di un protestante ceco del Settecento; Jiří Šmatlán (1906), incentrato su un tessitore deluso dalla religione, che trova la speranza nel socialismo; Alla fattoria di Libra (1907), dove è narrata la rinascita politica contadina prima del 1848; I figli del puro vivente (1909), storia della setta degli abramiti; Drašar (postumo, 1914), ritratto e tragica storia di un prete aperto, progressista. Interessanti e ricchi di tratti folcloristici sono i racconti di ambientazione rurale, tra cui Schegge di granito (1902), che penetrano nel sentimento religioso e nella psicologia del contadino ceco.

Media


Non sono presenti media correlati