Questo sito contribuisce alla audience di

Nuòva Irlanda

Guarda l'indice

Generalità

Isola (8651 km²; 50 mila 600 ab.) dell'Oceano Pacifico, la seconda per estensione e importanza fra quelle che costituiscono l'Arcipelago di Bismarck (cui si rinvia per la storia). Di forma stretta e allungata in direzione NW-SE, è separata dalle vicine isole di Nuova Britannia e di Lavongai rispettivamente tramite il canale di San Giorgio e lo stretto di Steffen. Agricoltura (palme da cocco, cacao), pesca e sfruttamento forestale. Centro principale è Kavieng. Con alcune isole adiacenti forma una provincia (9600 km²; 78.200 ab.; capoluogo Kavieng) di Papua Nuova Guinea. In inglese, New Ireland. Dal 1884 al 1918 appartenne, col nome di Neu Mecklenburg, alla Germania.

Arte

L'arte della Nuova Irlanda è tra le più interessanti dell'Oceania per la straordinaria fantasia e abilità tecnica che si riscontrano nelle sue sculture policrome. Nella zona nordoccidentale hanno grande sviluppo i malanggan, sculture in legno o maschere usate nelle omonime feste commemorative dei defunti. Nelle sculture, intagliate e traforate a giorno, i soggetti antropomorfi (divinità o antenati) e zoomorfi si uniscono a una ricca decorazione sia pittorica sia realizzata con frange vegetali, piume e conchiglie. Le maschere, anch'esse decorate e traforate, possono essere in legno oppure in stoffa di corteccia (tapa) modellata e dipinta. Caratteristici delle zone centrali sono gli uli, figure bisessuate rappresentanti personaggi mitici; i soli, strutture di fibre vegetali connesse al culto dell'astro; i kapkap, ornamenti pettorali costituiti da un disco di madreperla; i kulap, immagini degli antenati in pietra calcarea, con grande testa e torso cilindrico; la loro altezza oscilla tra i 20 cm e il metro.

Media


Non sono presenti media correlati