Questo sito contribuisce alla audience di

Nughédu di San Nicolò

comune in provincia di Sassari (53 km), 577 m s.m., 67,95 km², 1017 ab. (nughedesi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro del Logudoro, situato in una conca cinta da alti monti, alla destra del Riu Mannu di Ozieri. Capoluogo della curatoria omonima, compresa nel Giudicato di Torres (sec. XI), passato nel 1255 ai Doria, nel sec. XIV fu incluso nella curatoria del Montacuto e coinvolto nelle lotte fra Doria, Malaspina, Arborensi e Aragonesi. Conquistato da questi ultimi, fu concesso in feudo ai Centelles nel 1421; subì poi le dominazioni spagnola e piemontese ed ebbe diversi feudatari, gli ultimi dei quali furono i Tellez-Giron che lo tennero fino al 1839, anno dell'abolizione dei feudi.§ Il borgo è dominato da un colle sul quale sorge la chiesetta quattrocentesca di San Pietro. Nei dintorni si trova l'importante necropoli di Sos Furrighesos, costituita da una quindicina di domus de janas, scavate nella roccia, riccamente decorate con rilievi, dipinti e graffiti risalenti al III millennio a. C.§ L'economia si basa sull'agricoltura, che produce soprattutto ortaggi, sull'allevamento (ovini, caprini ed equini), sullo sfruttamento dei boschi e sull'industria, attiva nei settori dei materiali da costruzione e della lavorazione del legno.

Media


Non sono presenti media correlati