Questo sito contribuisce alla audience di

Obasanjo, Olusegun

militare e uomo politico nigeriano (Abeokuta 1937). Segnalatosi nellaguerra del Biafra (1967-70), dopo la deposizione del generale Gowon è divenuto capo di Stato Maggiore del Nuovo Consiglio militare supremo presieduto dal generale Murtala. Presidente dal febbraio 1976 (quando Murtala è stato ucciso nel corso di un fallito tentativo di colpo di Stato), all'ottobre 1979, suo merito principale è stato quello di aver riportato il Paese a un governo civile, dotato di una nuova Costituzione, e a libere elezioni. Accusato di complotto e imprigionato durante la dittatura di Sani Abacha, nel febbraio 1999, in occasione delle elezioni presidenziali svoltesi in Nigeria dopo 15 anni di golpe e sanguinosi scontri tribali, Obasanjo è stato eletto capo dello Stato. Il suo primo atto è stato quello di istituire una commissione d'inchiesta sulle violazioni dei diritti umani compiute dal 1993 al 1998 dalla giunta militare. Nelle elezioni presidenziali dell'aprile 2003 Obasanjo veniva riconfermato; carica che mantenne fino al 2007.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti