Questo sito contribuisce alla audience di

Olanda, guèrra di-

conflitto che dal 1672 al 1678 oppose la Francia di Luigi XIV alle Province Unite che si erano ribellate alla politica imperialistica del sovrano francese che nutriva sentimenti di rivincita verso gli Olandesi, i quali, in occasione della guerra di devoluzione, si erano uniti all'Inghilterra e alla Svezia, a formare una triplice alleanza, per opporsi agli ampliamenti territoriali della Francia (Pace di Aquisgrana, 1668). Luigi XIV, assicuratosi l'appoggio dell'Inghilterra (1670), la neutralità degli Stati tedeschi e l'alleanza della Svezia, diede l'ordine di attacco (12 giugno 1672) alle truppe comandate dal maresciallo di Lussemburgo, dal duca di Crequi e da lui stesso accompagnato dal Turenne. Nel giro di un mese i Francesi occuparono Utrecht e gli Olandesi per difendersi ruppero le dighe inondando il Paese. Sconfitti gli Inglesi sul mare e affidati i pieni poteri a Guglielmo III d'Orange, gli Olandesi riuscirono a formare la Grande Alleanza antifrancese dell'Aia (1674), in cui entrarono la Spagna, l'Impero, la Danimarca e il Brandeburgo, mentre contemporaneamente gli Inglesi, costretti dal sentimento popolare protestante, abbandonavano la Francia cattolica. Luigi XIV dovette allora ritirare le sue truppe dalle Province Unite senza poter impedire agli Spagnoli di entrare nel Rossiglione e agli Imperiali in Alsazia. Rapidamente riorganizzata, la Francia passò al contrattacco. Condé affrontò le truppe olandesi occupando nell'agosto dello stesso anno Liegi, Lussemburgo, Valenciennes, Cambrai, Durant e Limburgo; Turenne riconquistò l'Alsazia sconfiggendo gli Imperiali a Mulhouse (dicembre 1674), Colmar, Turckeim (gennaio 1675) e Sassbach (luglio 1675), mentre Vauban conquistò Besançon e Dôle nella Franca Contea. Sul mare i Francesi sconfissero gli Ispano-Olandesi a Lipari, Augusta e Palermo (1676). Intanto la Spagna stessa venne invasa e le truppe di Luigi XIV giunsero fin quasi a Gerona (1676), continuando in operazioni vittoriose, seppur dispendiosissime tanto da sconvolgere l'economia del Paese, in Catalogna e nelle Fiandre (1678). Si giunse infine ai vari trattati conclusi a Nimega (1678) che salvarono l'integrità dell'Olanda in Europa pur facendo essa piccole concessioni ai Francesi nella Guayana e nel Senegal, mentre la Francia acquisiva la Franca Contea e parte delle Fiandre ponendosi in posizione egemonica di fronte all'Europa. La guerra d'Olanda significò peraltro la decadenza degli Stuart in Inghilterra, il declino della potenza militare svedese e la continuazione della decadenza spagnola.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->