Questo sito contribuisce alla audience di

Olavide, Pablo de-

scrittore spagnolo (Lima, Perú, 1725-Baeza, Andalusia, 1803). Illuminista, protetto dal ministro Aranda, fu Intendente d'Andalusia e promotore di quel geniale tentativo di colonizzazione interna che fu la valorizzazione agricola della Sierra Morena. Condannato dall'Inquisizione per irreligiosità (1778), riuscì a fuggire in Francia (1780), dove ebbe per amici vari enciclopedisti e dove visse negli anni della Rivoluzione, soffrendo anche il carcere all'epoca del Terrore. Rimpatriato dopo aver abiurato le proprie idee, scrisse Poemas cristianos (1798), di scarso valore, e il trattato religioso, molto elogiato da Menéndez Pelayo, El Evangelio en triunfo o Historia de un filósofo desengañado (1798).

Media


Non sono presenti media correlati