Questo sito contribuisce alla audience di

Ollomont

comune della Valle d'Aosta (23 km da Aosta), 1356 m s.m., 53,60 km², 159 ab. (ollomontesi, ollomontois), patrono: sant’ Agostino (28 agosto).

Centro situato sul versante sinistro della valle omonima, tributaria di destra della Valpelline. Nel Medioevo appartenne ai signori di Quart. Il territorio, e in particolare la conca di By con i suoi pascoli, fu a lungo conteso fra le genti locali e i Vallesani. A partire dal sec. XVII e fino alla metà del Novecento la sua importanza fu legata allo sfruttamento delle miniere di rame diffuse nel territorio. Si chiamò Ollomonte dal 1939 al 1946.§ La parrocchiale di Sant'Agostino è una costruzione tardosettecentesca ampliata nel secolo successivo; custodisce all'interno un altare maggiore rivestito da marmi policromi. Il campanile (sec. XVIII) è alleggerito da bifore e termina con una cuspide ottagonale.§ L'economia si basa sull'agricoltura, l'allevamento bovino, cui si collega una vivace produzione lattiero-casearia (burro, fontina) e alimentare (prosciutti), e l'artigianato del legno. In espansione il turismo: Ollomont è base per escursioni e ascensioni sulle principali vette della confinante Svizzera, tra cui il Grand Combin.§ In località Vaud la cappella di San Pantaleone conserva un ciclo di affreschi del 1443, opera di un anonimo di cultura d'Oltralpe.

Media


Non sono presenti media correlati