Questo sito contribuisce alla audience di

Omre, Arthur

scrittore norvegese (Brunlanes, Vestfold, 1887-Copenaghen 1967). Narratore chiaro e impassibile, avvicinato spesso a Hemingway, si fece notare per alcuni romanzi che affrontano il conflitto dell'uomo con la legge. Contrabbandieri (1935), La fuga (1936), Il ponte dei sospiri (1937), Kristinus Bergman (1938). Fu autore anche di novelle (Cose che capitano, 1941; Bel tempo, tutto sommato, 1948; Brezze mutevoli, 1950; Le monete d'oro, 1954) e di lavori teatrali (Funamboli, 1945; Il quinto comandamento, 1947).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti