Questo sito contribuisce alla audience di

Orbay, François d'-

architetto e incisore francese (Parigi 1631-1697). Attivo alla corte di Luigi XIV, solo recentemente è stato riconosciuto dalla critica il ruolo di primo piano che l'artista svolse accanto ai principali architetti del grand siècle. Allievo e genero di Le Vau, ne divenne stretto collaboratore dal 1660, completandone le opere dopo la morte. Già nominato architetto del re nel 1663 e primo architetto nel 1670, godette di fama e prestigio presso i contemporanei, particolarmente presso il Blondel che lo trovò congeniale alle proprie teorie classiciste. Delle sue numerose opere molte sono andate distrutte e la sua attività è stata ricostruita in gran parte attraverso le sue incisioni (portale dell'ospedale della Trinità, 1671; chiesa dei Cappuccini a Place Vendôme; Hôtel des Comédiens Français, tutte a Parigi). I maggiori e più impegnativi contributi del d'Orbay furono però gli interventi nelle grandi imprese architettoniche di Luigi XIV; fu infatti presente autorevolmente nella stesura del piano redatto da Le Vau per la sistemazione del quartiere parigino del Louvre e delle Tuileries; nella realizzazione del Collège des Quatre Nations a Parigi (ca. 1662) e infine nei lavori di decorazione del castello di Versailles, che diresse dal 1670 al 1678, lasciando la sua testimonianza più saliente nello Scalone degli Ambasciatori (1674-78).

Media


Non sono presenti media correlati