Questo sito contribuisce alla audience di

Orense (città)

Guarda l'indice

capoluogo della provincia omonima (comunità autonoma: Galizia, Spagna), 139 m s.m., 108.137 ab. (stima 2006).

Generalità

Città della Galizia, 130 km a SSE di La Coruña, a 139 m sulla sinistra del fiume Miño, al centro di una zona di produzione vinicola. Definita anche la “città dell'oro”: così battezzata nell'antichità romana, poiché le acque del rio Miño erano piene di pagliuzze del prezioso metallo. È sede universitaria. Nei dintorni, sorgenti termali di acqua sulfurea. In gallego, Ourense.

Storia

Di incerte origini, in età romana fu centro termale. Occupata dagli Svevi (sec. V) fu per qualche tempo capitale della Galizia. Distrutta dai Musulmani nel sec. VIII, poi dai Normanni, rimase pressoché disabitata sino al 1071 quando Sancio II la ripopolò. Divenuta feudo ecclesiastico, si ribellò spesso, nei sec. XIV e XV, al malgoverno dei conti-vescovi. Nel sec. XVI divenne, per qualche tempo, un importante centro commerciale, grazie soprattutto alla sua numerosa colonia ebraica. Decaduta nuovamente, si riprese solo sul finire del sec. XVIII.

Arte

I secoli di maggiore splendore artistico per Orense furono il XII e il XIII, quando vennero costruiti la cattedrale (iniziata nel 1132 ma realizzata in gran parte nel sec. XIII, già in stile gotico), il ponte a sette arcate sul fiume Miño (1230) e il Palazzo Vescovile (con bel cortile a logge del Duecento) ora sede del Museo Arqueológico Provincial (raccolte di materiale preistorico, romano, visigotico, medievale e moderno). All'interno della cattedrale si conservano arredi gotici e rinascimentali del Cinquecento (dossale dell'altare maggiore, stalli) e belle sculture (Crocifisso romanico del sec. XII).

Economia

Importante nodo di comunicazione e mercato agricolo, soprattutto vitivinicolo, con industrie alimentari, tessili e del legno.

Curiosità

Tra gli eventi più caratteristici spiccano le sfilate di fiori che, nel mese di maggio, attraversano le strade del centro per la festa di Os Maios. La città ospita inoltre le Giornate internazionali del folklore, durante le quali si esibiscono i migliori gruppi musicali e artistici etnici di tutto il mondo, e le Giornate del fumetto, rassegna internazionale dedicata ai disegnatori.

Media


Non sono presenti media correlati