Questo sito contribuisce alla audience di

Oribe, Manuel

generale e uomo politico uruguayano (Montevideo ca. 1792-1857). È considerato un eroe dell'indipendenza dell'Uruguay. Al suo nome è legata la nascita dei due grandi partiti del Paese, il Partido Blanco e il Partido Colorado, che ancora sussistono. Oribe fu eletto presidente nel 1835 in un periodo in cui il Paese era conteso tra Argentina e Brasile. Era sostenuto dai proprietari terrieri, dal clero, dal dittatore argentino Juan Manuel de Rosas, ed era blanco. Suo rivale era il generale Fructuoso Rivera, amico di José Gervasio Artigas, dei perseguitati unitarios di Buenos Aires, sostenuto dal Brasile e dai colorados. Destituito dalla presidenza, Oribe chiese aiuto a Rosas e, armato dall'Argentina, strinse con un assedio, che doveva durare nove anni (1843-52), Montevideo. Nella città assediata combatteva contro Oribe Giuseppe Garibaldi (fu da allora che egli adottò le camicie rosse dei colorados). Oribe si ritirò nel 1852 dopo l'intervento di Justo José Urquiza.

Media


Non sono presenti media correlati