Questo sito contribuisce alla audience di

Oribe

tipo di ceramica giapponese che prende nome dal ceramista che per primo la eseguì, Furuta Oribe (1544-1615). La produzione della ceramica Oribe si affermò tra la fine del sec. XVI e l'inizio del sec. XVII, alla metà del quale cominciò il periodo di decadenza. Furuta fu raffinato e celebre maestro della cerimonia del tè e il vasellame da lui creato fu improntato al gusto e alle esigenze di questo rituale. Di forme elementari le ceramiche Oribe presentano una decorazione di essenziale disegno, ispirato a motivi floreali e geometrici. Esse vengono classificate secondo i colori di fondo dominanti (verde, rosso e nero), con netta prevalenza del verde sotto la trasparente invetriatura di tonalità beige o bianca. Un pregevole esempio di teiera Oribe dell'inizio del Seicento figura nelle raccolte del Cleveland Museum of Art.

Media


Non sono presenti media correlati