Questo sito contribuisce alla audience di

Orlando, Sìlvio

attore italiano (Napoli 1957). Dopo un esordio teatrale, si è ben presto imposto come uno degli attori cinematografici più significativi dell'ultima generazione, lavorando con i maggiori rappresentanti del cinema d'autore italiano degli anni Novanta: N. Moretti (Palombella rossa, 1989), D. Luchetti (Il portaborse, 1991; Arriva la bufera, 1993; La scuola, 1994), C. Mazzacurati (Un’altra vita, 1992), G. Salvatores (Sud, 1993), P. Virzì (Ferie d’Agosto, 1996), A. Capuano (Polvere di Napoli, 1998), G. Piccioni (Fuori dal mondo, 1999; Luce dei miei occhi, 2001). Al 1998 risale il suo debutto nella regia teatrale con due farse di P. De Filippo, Don Rafelo ’o trumbone e Cupido scherza e spazza, dove ha rivestito anche i panni del protagonista. Sempre in campo teatrale, nel 1999 ha interpretato il ruolo di Calibano ne La tempesta di W. Shakespeare, per la regia di G. Barberio Corsetti e nel 2003 il ruolo di protagonista in Eduardo al Kursaal, con la regia di A. Pugliese.Nello stesso anno ha anche recitato in Il posto dell'anima di R. Milani. Nel 2006 ha interpretato Il caimano di N. Moretti, film per il quale ha vinto il David di Donatello come miglior attore, mentre nel 2008 è nel cast di Caos calmo di A. Grimaldi e di Il papà di Giovanna di P. Avati. Nel 2010 è il protagonista sia della commedia cinematografica Genitori e figli. Agitare prima dell'uso di G. Veronesi, sia del film La passione di C. Mazzacurati.

Media


Non sono presenti media correlati