Questo sito contribuisce alla audience di

Orsomarso

comune in provincia di Cosenza (117 km), 120 m s.m., 89,89 km², 1498 ab. (orsomarsesi), patrono: san Sebastiano (20 gennaio).

Centro posto alla sinistra del fiume Lao; è compreso nel Parco Nazionale del Pollino. Di origini antiche (probabilmente d'epoca romana), sorse come fortezza militare; intorno all'anno Mille fu centro importante per gli scambi commerciali e per il monachesimo basiliano. Fu, con alterne e complesse vicende, feudo dei Sanseverino di Lauria e successivamente di altri signori fino ai Brancati (1668-1806).§ L'abitato conserva edifici civili del sec. XVI. Nella parrocchiale di San Giovanni Battista, che sorge sui resti di una cappella medievale, sono conservati affreschi dei sec. XV-XVIII, tele dei sec. XVII-XVIII, altari marmorei policromi (sec. XVIII), un organo dipinto, un coro ligneo, una croce processionale in argento (sec. XVIII) e una pergamena miniata del 1575.§ Compongono il quadro economico l'agricoltura (olive, uva, cereali, ortaggi, frutta), l'allevamento (ovini, bovini e suini) e le attività manifatturiere nei settori alimentare e conserviero, tessile, della lavorazione del legno e del ferro.§ A poca distanza dall'abitato sorgono la Chiesetta di Santa Maria di Mercuri (sec. XI), costruita da monaci bizantini sui resti di un tempietto pagano, e il secentesco convento francescano.

Media


Non sono presenti media correlati