Questo sito contribuisce alla audience di

Ottóne di Frisinga

vescovo e cronista tedesco (? ca. 1114-Morimund 1158). Figlio di Leopoldo III d'Austria e di Agnese, figlia di Enrico IV di Franconia. Dopo gli studi a Parigi si fece monaco cistercense a Morimund verso il 1133 e nel 1138 fu nominato vescovo di Frisinga. Seguì il fratellastro Corrado III alla II Crociata e, nel 1154, prese parte alla spedizione in Italia di Federico Barbarossa, di cui era zio. Compose due opere storiche: la prima, Chronicon o Historia de duabus civitatibus, composta nel 1143-46 e rifatta nel 1156, è una narrazione dalla creazione del mondo ai tempi dell'autore in 8 libri, ricalcando il modello storiografico di Paolo Orosio e seguendo il pensiero teologico di Sant'Agostino; l'altra è Gesta Friderici imperatoris, narrazione dei fatti del 1152-56, composta in due libri nel 1156-58; l'opera, fonte di eccezionale importanza per la conoscenza del periodo, fu continuata fino al 1160 dal cappellano di Ottone, Ragevino.

Media


Non sono presenti media correlati