Questo sito contribuisce alla audience di

Ovadia, Moni

attore, cantante e regista teatrale bulgaro (Plovdiv 1946). Trasferitosi in Italia, si laurea a Milano in Scienze Politiche, per passare poi a esplorare l'universo della cultura ebraica. Nel 1984 approda al teatro, prima con spettacoli a carattere sperimentale, poi, con la formazione della Theater Orchestra (1990), con un proprio repertorio (Cabaret Yiddish, 1992, brillante lettura del mondo attraverso l'umorismo ebraico; Oylem Golem, 1994, lo spettacolo che lo porta al successo), a cui fanno seguito l'inquietante Il caso Kafka (1995) e Ballata di fine millennio (1996). Nel 1998, con Mame Mamele Mama Mame Mamma Mamà, sorta di glorificazione della madre, figura fondamentale nella storia di tutte le culture umane, inaugura il Teatro della Fortuna di Fano, restaurato dopo mezzo secolo di chiusura. Nel 1999 porta sulle scene Yossl Rakovar si rivolge a Dio di Z. Kolitz, racconto in forma di lettera con musiche scelte nella tradizione ebraica orientale; nel 2003 è la volta di Il banchiere errante e nel 2005 di Through Roses. Ovadia è anche autore di una biografia artistica e di un manuale di umorismo yiddish. Nel 2005 ha pubblicato inoltre Contro l'idolatria e ha recitato in Es iz Amerike. Nel 2007 ha portato in scena La bella utopia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti