Questo sito contribuisce alla audience di

Ozanam, Antoine Frédéric

filantropo, storico e filologo francese (Milano 1813-Marsiglia 1853). Laureatosi in legge nel 1836 e in lettere nel 1838, dopo aver insegnato diritto a Lione ebbe nel 1845 la cattedra di letterature straniere alla Sorbona; studiò soprattutto la storia letteraria, civile e religiosa d'Italia nel basso Medioevo, fino a Dante. Tra i suoi studi più notevoli, sono: Bacon de Vérulam et St. Thomas de Canterbury (1836), Dante et la philosophie catholique au XIIIe siècle (1839), Etudes germaniques (1847-49), Les poètes franciscains en Italie au XIIIe siècle (1852). Fondò (1833) le Conferenze di S. Vincenzo de' Paoli, per il servizio dei poveri quale mezzo di santificazione. Anche l'attività scientifica fu da lui concepita, come la pratica di vita, come apostolato religioso; di non poca influenza fu la sua rigida ortodossia e sottomissione a Roma, in opposizione alle battaglie filoliberali di Lamennais. L'edizione delle sue Oeuvres complètes fu curata (Parigi, 1855) da Lacordaire. Nel 1997 è stato beatificato da Giovanni Paolo II.

Media


Non sono presenti media correlati