Questo sito contribuisce alla audience di

Pàgase

(greco Pagasái; latino Pagăsae e Pagăsa). Antica città greca della Magnesia, nella Tessaglia, sul golfo omonimo (oggi golfo di Volo). Fondata nel sec. VI, la leggenda vuole che a Pagase si fossero riuniti gli Argonauti per costruire la loro nave. Divenne poi il porto di Fere e durante la lotta tra Licofrone di Fere e Filippo di Macedonia, chiamato in Tessaglia dagli Alevadi (354), passò sotto il controllo macedone. In prossimità di essa sorse Demetriade. Sono conservati tratti di mura del sec. V-IV a. C., resti di un santuario di Era e di un tempio rupestre; alcuni monumenti appartengono a Demetriade, sovrappostasi in parte a Pagase nel 293 a. C. Di grande interesse sono le cosiddette stele di Pagase, provenienti in realtà da una necropoli di Demetriade del sec. III a. C. e conservate in parte al Museo di Volo. Si tratta di ca. 1000 stele funerarie, affini come tipologia agli analoghi monumenti attici, ma che presentano scene dipinte sul marmo invece che scolpite.