Questo sito contribuisce alla audience di

Pázmány, Péter

prelato ungherese (Nagyvárad 1570-Presburgo 1637). Oratore, teologo, apologeta, Pázmány fu la figura maggiore della Controriforma in Ungheria. Educato nella religione protestante, si convertì al cattolicesimo sotto l'influsso della matrigna e del gesuita Istvám Szántó già all'età di tredici anni. A diciassette entrò nella Compagnia di Gesù e studiò anche a Roma, dove subì l'influsso di San Roberto Bellarmino. Consacrato sacerdote all'età di ventisette anni, fu per un triennio professore dell'Università di Graz. Tornato in patria (1601), nel 1616, dispensato dal papa dai suoi impegni nell'ordine, divenne arcivescovo di Esztergom (Strigonio). Fondò trentatré scuole e istituti di educazione, in ultimo anche l'Università di Nagyszombat (Tirnavia) nel 1636 che, trasferitasi in seguito a Budapest, è la più antica università ungherese ad aver conservato ininterrotta la propria attività. Si deve alla molteplice attività di Pázmány se l'Ungheria sia ridivenuta cattolica, acquistando una maggioranza relativa di due terzi circa. Sulla vigorosa prosa di Pázmány, che tanta importanza ha nello sviluppo dello stile letterario ungherese, la migliore analisi è quella di Emil Kolozsvári Gromdpierre su Irodalomtortenet (1971, I, pag. 41-75).

Media


Non sono presenti media correlati