Questo sito contribuisce alla audience di

Pèlago

comune in provincia di Firenze (24 km), 309 m s.m., 54,78 km², 7270 ab. (pelaghesi), patrono: san Clemente (23 novembre).

Centro del Valdarno, sulle propaggini nordoccidentali del Pratomagno. Appartenne ai conti Guidi, ai Cattani di Diacceto (i cui diritti furono confermati da papa Eugenio IV nel 1445) e in seguito a Firenze. L'abitato è dominato dalla torre dell'antico cassero (sec. XI), trasformata in campanile della chiesa romanica di San Clemente. § Sviluppata è l'industria nei settori meccanico, del cemento, della ceramica, dei filati, del mobile, della pelle e del legno. Si praticano la viticoltura e l'olivicoltura; nelle zone più elevate vi sono boschi cedui e castagneti. Centri di villeggiatura sono il passo della Consuma e Borselli.