Questo sito contribuisce alla audience di

Pèlla, Giusèppe

uomo politico italiano (Valdengo, Vercelli, 1902-Roma 1981). Esperto di problemi economici, fu professore di contabilità nazionale alle università di Roma e Torino. Ministro delle Finanze (1947-48) e più volte ministro del Tesoro e del Bilancio nei successivi governi (1948-53), sostenne una politica antinflazionistica cautamente liberista che prese il nome di “linea Pella”. Presidente del Consiglio, ministro degli Esteri e del Bilancio dall'agosto 1953 al gennaio 1954, fu poi vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri nel governo Zoli (1957-58), ministro degli Esteri con Segni (1959-60), del Bilancio con Fanfani (1960-62) e delle Finanze con Andreotti (febbraio-giugno 1972). Deputato dal 1946, fu senatore dal 1968.