Questo sito contribuisce alla audience di

Pèrgola

comune in provincia di Pesaro e Urbino (64 km da Pesaro), 265 m s.m., 113,47 km², 6810 ab. (pergolesi o pergolani), patrono: santi Secondo, Giustina e Agapito (1° giugno).

Centro alla confluenza dei fiumi Cinisco e Cesano. Fondato nel XIII secolo dagli eugubini, fu conteso tra Gubbio e Spoleto, ma riuscì per lungo tempo a mantenere la propria autonomia. Caduto, infine, sotto il dominio di Gubbio, passò successivamente ai Malatesta. Nel sec. XV conobbe le occupazioni di Niccolò Fortebracci, di Francesco Sforza e di Sigismondo Malatesta; nel 1459 fu annesso al Ducato di Urbino e godette di un periodo di estrema floridezza. Nel 1631 passò alle dirette dipendenze della Chiesa. § Del periodo medievale rimangono tracce nelle chiese gotiche di San Francesco e di San Giacomo (sec. XII-XIII), nel duomo (sec. XIII), con interno barocco, e nel Palazzo Ducale. Nella frazione di Cartoceto fu rinvenuto un gruppo statuario romano detto dei Bronzi dorati (sec. I a. C.), custodito nel Museo Archeologico Nazionale di Ancona. § Già celebre nel Medioevo per l'industria della lana, è sede di varie aziende operanti nei settori dell'abbigliamento, meccanico e del mobile. L'agricoltura produce cereali, uva, ortaggi e foraggi per l'allevamento. Molto attivo il comparto agrituristico, dotato di notevole ricettività.