Questo sito contribuisce alla audience di

Pòli, Pàolo

attore, regista e autore teatrale italiano (Firenze 1929, Roma 2016). Esordì alla Borsa d'Arlecchino, il teatrino d'avanguardia diretto a Genova da A. Trionfo, e, dopo aver conquistato una certa fama televisiva, formò una propria compagnia con la quale alternava personalissime interpretazioni di testi del repertorio (dal Tito Andronico di Shakespeare alla Nemica di Niccodemi) a opere di cui era egli stesso autore, sempre in collaborazione con Ida Omboni, che mettevano particolarmente in luce le sue qualità di fantasista ricco d'ironia, di attore “serio” che non disdegnava di ricorrere ai modi del cabaret. Tra queste: Il diavolo (1962), Carolina Invernizio (1969), L'uomo nero (1971), Giallo!!! (1973), ecc. sino a La Leggenda di San Gregorio (1992). Fù anche tra i primi a fare del travestitismo un elemento del linguaggio teatrale. I suoi spettacoli, L’asino d’oro (1994-95), I viaggi di Gulliver (1996-97) e Caterina de' Medici (1998-99), nascevano da una felicissima sintesi di cabaret e musical. Nel 2001 interpretò Aldino mi cali un filino, un florilegio di poesie e novelle di Palazzeschi .

Media


Non sono presenti media correlati