Questo sito contribuisce alla audience di

Pózzo di Bórgo, Carlo Andrèa

uomo politico corso (Aleta, Ajaccio, 1764-Parigi 1842). Stretto collaboratore di Pasquale Paoli (1792), rappresentò la Corsica all'Assemblea Legislativa. Durante l'occupazione inglese dell'isola (1794-96) fu presidente del Consiglio di Stato. Col ritorno dei Francesi si recò in esilio a Mosca dove fu ben presto preso in alta considerazione dallo zar Alessandro I. Nemico accanito di Napoleone, fu costretto a lasciare la corte di Pietroburgo dopo la Pace di Tilsit (1807) ma, con la campagna di Russia, ritornò in auge. Fu ambasciatore di Russia in Francia (1815-34) e in Gran Bretagna (1834-39).

Media


Non sono presenti media correlati