Questo sito contribuisce alla audience di

Pöppelmann, Matthäus Daniel

architetto tedesco (Herford 1662-Dresda 1736). Si formò a Dresda, dove dal 1686 fu allievo di W. C. Klugel. Nel 1704 divenne architetto di corte di Augusto II il Forte, contribuendo notevolmente alla definizione del volto barocco di Dresda (ora in gran parte scomparso) anche mediante un'originale edilizia privata (dal 1718 ebbe la carica di Oberlandbaumeister). La sua opera più importante è lo Zwinger (1709-36) voluto da Augusto come grandiosa residenza a imitazione di quella di Versailles. Lo Zwinger, che si presenta come un vasto giardino quadrangolare circondato da padiglioni, porticati, gallerie, rappresenta la riuscita e personalissima fusione di elementi del barocco italiano, austriaco e prussiano. Alla riuscita dell'opera di Pöppelmann contribuì non poco il concorso della decorazione scultorea del Permoser. Tra le altre opere dell'architetto vanno ricordati il Palazzo Giapponese a Dresda-Neustadt e il castello sull'Elba (in stile orientale) a Pillnitz.

Media


Non sono presenti media correlati