Questo sito contribuisce alla audience di

Pacèntro

comune in provincia di L'Aquila (76 km), 690 m s.m., 71,99 km², 1279 ab. (pacentrani), patrono: san Marco (25 aprile).

Centro situato al margine orientale della conca di Sulmona; è compreso nel Parco Nazionale della Maiella. Forse eretto sul luogo della pelignaPacino, in un'area popolata fin dall'età preistorica, e noto fin dal sec. XII, fu dapprima feudo di signori locali e poi conteso fra i Caldora e i Cantelmo (sec. XIV). In età moderna appartenne alle famiglie romane Orsini, Colonna e Barberini. § La parte vecchia del paese, costellata da piazzette e scalinate, è dominata dal castello dei Cantelmo, a pianta quadrilatera con tre alte torri, rimaneggiato nel Quattrocento. Notevole è la parrocchiale di Santa Maria Maggiore (sec. XVI). § L'economia si basa sull'agricoltura (ortaggi, frutta e cerali), sulle attività di sfruttamento dei boschi e sull'allevamento. § La prima domenica di settembre ha luogo la Festa della Madonna di Loreto con la “corsa degli zingari”, gara a piedi scalzi, che trae origine da miti peligni.