Questo sito contribuisce alla audience di

Pacciardi, Randòlfo

uomo politico italiano (Giuncarico, Grosseto, 1899-Roma 1991). Direttore del periodico repubblicano Italia libera, fu costretto all'esilio dall'avvento del fascismo e combatté durante la guerra civile spagnola a capo della brigata Garibaldi. Rientrato in Italia nel 1945 e divenuto segretario del Partito Repubblicano Italiano, fu vicepresidente del Consiglio dal 1947 al 1948 e ministro della Difesa dal 1948 al 1953. Sostenitore del centrismo e avverso alla formula del centro-sinistra, lasciò il PRI nel 1963. Successivamente Pacciardi diede vita al movimento presidenzialista Nuova Repubblica, le cui scarse adesioni, però, provenivano essenzialmente dagli ambienti dell'estrema destra, ciò che metteva Pacciardi in contraddizione con il suo passato di antifascista. Dopo un lungo silenzio politico, nel 1982 veniva riammesso nel PRI.