Questo sito contribuisce alla audience di

Pace, Biàgio

archeologo italiano (Comiso 1889-1955). Professore di archeologia alle università di Pisa (1927-30) e Napoli (1930-35) e di topografia dell'Italia antica (dal 1935) all'Università di Roma, fu anche deputato al Parlamento (1924-43) e presidente dell'Istituto del Dramma Antico (1924-44). Condusse esplorazioni archeologiche a Creta, a Rodi, in diverse località dell'Asia Minore e in Africa, a Cartagine e nel Fezzan. La sua opera fondamentale è Arte e civiltà della Sicilia antica (1935-49), in cui le antiche civiltà siciliane, sino ai Bizantini, sono inquadrate in un'ampia visione del mondo classico. Notevoli anche l'Introduzione allo studio dell'archeologia (1934) e I mosaici di Piazza Armerina (1955).