Questo sito contribuisce alla audience di

Palés Matos, Luis

poeta portoricano (Guayama 1899-1959). Tra i più significativi poeti antillani, esordì a sedici anni sotto l'influsso del romanticismo e del modernismo (Azaleas, 1916). In seguito si volse all'interpretazione dell'animo afro-antillano ma rimase estraneo all'impegno politico-sociale (presente invece in Nicolas Guillén e in Alejo Carpentier) e utilizzò ritmi e termini afro-antillani a scopo esclusivamente estetico (Tuntún de pasa y grifería, 1937). Negli ultimi anni della sua vita abbandonò la poesia afro per tentare, con felici risultati, la descrizione del paesaggio della sua terra e l'espressione di sentimenti più personali, in un modo poetico meno denso e più intellettualistico (Poesía 1915-1956, 1957).