Questo sito contribuisce alla audience di

Palau (Stato)

Guarda l'indice

(Palau; Beluu er a Belau; Republic of Palau). Stato dell'Oceania (488 km²). Capitale: Melekeok. Popolazione: 20.300 ab. (2008). Lingua: inglese e palauano (ufficiali). Religione: cattolici 49,4%, protestanti 23,2%, modekngei 8,7%, altri 18,7%. Unità monetaria: dollaro USA (100 centesimi). Confini: oceano Pacifico. Membro di: ONU e PC.

Generalità

Ubicato nell'oceano Pacifico sudoccidentale, all'estremità delle isole Caroline, questo Stato comprende sette isole maggiori, delle quali Babeldaob (Babelthuap), Angaur, Koror, Urukthapel, Peleliu sono le principali, e ca. 300 isole minori. L'arcipelago venne scoperto dagli spagnoli nel XVI sec. e rimase sotto il loro controllo per più di tre secoli. Dopo la seconda guerra mondiale Palau fu sotto l'influenza degli Stati Uniti, fino a quando non divenne uno stato sovrano nel 1994. Nonostante l'indipendenza, Palau rimane strettamente sottoposta all'influenza di Washington, da cui dipende anche dal punto di vista economico. Negli ultimi anni del Novecento ha rafforzato i propri legami con il Giappone e con altri Paesi della regione, stringendo rapporti diplomatici con Taiwan (1999) e aprendo un dialogo anche con la Cina. Tuttavia, solo diversificando le sue relazioni internazionali e rafforzando la sua struttura economica, legata in particolare all'industria turistica, il Paese potrà costruire le basi per uno sviluppo relativamente autonomo dagli Stati Uniti.

Lo Stato

Palau è una Repubblica presidenziale. Il capo dello Stato è eletto per 4 anni a suffragio diretto ed esercita il potere esecutivo. Il Congresso Nazionale, cui è affidato invece il potere legislativo, è composto dal Senato e dalla Camera dei Deputati, i cui membri sono rinnovati ogni 4 anni. Il sistema giudiziario è basato su una commistione derivante dalla Common Law britannica, da atti legislativi e da norme tradizionali; le emanazioni della Corte Internazionale non sono ritenute vincolanti. All'interno del Paese, la giustizia è amministrata da una Corte Suprema, una Corte Nazionale e una Corte dei Patteggiamenti. La difesa dello Stato è delegata agli Stati Uniti, così come la gestione della politica estera. È presente una forza nazionale di polizia. L'istruzione è obbligatoria e gratuita dai 6 ai 14 anni d'età; l'alfabetizzazione è stata condotta con successo, al punto che il tasso di analfabetismo riscontrato nella popolazione (0,1% nel 2005), è uno dei più bassi al mondo.

Territorio: geografia fisica

Le sette isole maggiori e le numerose isolette sono circondate da un'estesa barriera corallina, al di fuori della quale si trovano solo Angaur, Kayangel e Neruangel, e hanno per lo più origine vulcanica; non presentano cime di rilievo. Il clima è tropicale, con abbondanti precipitazioni (4000 mm annui), alti tassi di umidità e una stagione delle piogge che va da giugno a settembre.

Territorio: geografia umana

La maggior parte degli abitanti delle isole, i palauani, è di origine melanesiana e indonesiana (72,5%) ma l'immigrazione asiatica ha portato alla formazione di grandi comunità di filippini (16,3%), vietnamiti (1,6%), l'entità dei bianchi è invece piuttosto limitata (0,9%). La densità media è di 42 ab./km² anche se la maggior parte della popolazione è concentrata sulle isole di Koror e Babeldaob, dove sorge Melekeok, divenuta capitale nel 2006.

Territorio: ambiente

La foresta tropicale ricopre quasi interamente il territorio di Palau e le zone occupate dai boschi di mangrovie si alternano alle diffusissime palme da cocco e alle coltivazioni di taro, banano, papaia, mango ecc. La barriera corallina ospita una grande varietà di pesci, coralli, spugne, anemoni di mare, molluschi e grandi mammiferi (dugongo, squalo) e costituisce un ecosistema molto ricco, minacciato dallo scarso trattamento dei rifiuti liquidi e solidi e dalla pesca, effettuata talvolta per mezzo di sistemi illeciti. La terraferma è popolata da rettili (tartarughe, coccodrilli) e uccelli mentre tra i mammiferi, tutti importati dagli europei, si trovano sull'isola di Angaur colonie di macachi, considerati una vera e propria piaga. Le aree protette rappresentano il 7,8% della superficie del Paese; sono state costituite alcune riserve e numerose aree di conservazione, tra cui sei statali. Inoltre la Riserva naturale del lago Ngardok su Babeldaob rientra nel programma Ramsar per le zone umide di importanza internazionale mentre la baia di Ngaremeduu di fronte alla costa occidentale di Babeldaob è stata dichiarata Riserva della biosfera UNESCO.

Economia

L'economia si fonda sull'agricoltura (palme da cocco, banane, canna da zucchero, caffè) e sulla pesca; inoltre, una importante fonte di introiti è rappresentata dalla cessione delle licenze a flotte straniere, soprattutto giapponesi. Il secondario è poco sviluppato, mentre la principale risorsa di Palau è il turismo, in continua espansione grazie alle bellezze naturali delle isole. Quasi il 76% del PIL (170 ml $ USA, con un PIL pro capite di 8.376 $ USA) è costituito dal settore terziario, il 3,3% dal settore primario e il 20,8% da quello secondario. Il settore terziario, inoltre, occupa i tre quarti della forza lavoro, mentre meno del 10% è impegnato in attività primarie, così come solo il 16% della popolazione attiva è impiegata nel secondario. Rilevanti aiuti economici provengono dagli USA (in cambio della concessione di basi militari sul territorio), con i quali Palau ha siglato nel 1993 un Patto di libera associazione (Compact of Free Association). Principali prodotti dell'esportazione sono la copra e il tonno, oltre a manufatti artigianali; il Paese importa invece macchinari, generi alimentari, combustibile e prodotti chimici. Partner commerciali sono USA, Giappone, Singapore e Corea del Sud.

Storia

In amministrazione fiduciaria agli USA dal giugno 1947, ha prima ottenuto, nel 1981, una forma separata di autonomia (Repubblica di Palau) e in seguito, dall'ottobre 1994, la piena indipendenza; in base a un accordo di libera associazione approvato con referendum nel 1993, gli Stati Uniti ne gestiscono però la difesa e le relazioni con l'estero. Alle elezioni del novembre 2004 il presidente Tommy E. Remengesau (eletto nel 2001) è stato riconfermato con il 64% dei voti. Fino all'ottobre del 2006 la capitale è stata Koror, poi modificata in Melekeok. Nel novembre 2008 si sono svolte le elezioni presidenziali vinte dall'avvocato Toribiong Johnson con il 51% dei consensi, mentre nel 2012 veniva rieletto Remengesau.

Cultura: generalità

Nell'arcipelago di Palau coesistono due realtà sociali molto diverse: quella moderna della capitale, di stampo occidentale e modellata nei secoli dalla presenza di spagnoli, tedeschi, giapponesi e statunitensi (molti dei più giovani amano il baseball e i fast-food); e quella matrilineare e rurale fondata sui clan, sul bai (luogo di incontro e centro della vita del villaggio), sui cerimoniali legati alle fasi della vita (dal rito omersurch per la nascita a quello funerario kemeldiil), sui canti e sulle tradizioni orali in lingua palau. Il riferimento migliore per comprendere la storia e la cultura locali è il Belau National Museum di Koror, dove sono conservati reperti storici e manufatti artigianali (dalle canoe ai bracciali in tartaruga), benché sparse nelle isole si trovino testimonianze che vanno dalle pitture parietali ai cimeli della seconda guerra mondiale. Espressione artistica tipica di Palau sono le tavole scolpite, che riproducono scene tratte dalla storia, dai miti e dalle leggende popolari, e che riprendono le decorazione dei bai. Tutti gli abitanti di Palau alimentano, inoltre, un rapporto speciale con il mare, fonte di sostentamento e considerato responsabile del destino delle isole.

Media

Isole Palau.