Questo sito contribuisce alla audience di

Palma di Maiòrca

Guarda l'indice

(Palma de Mallorca). Capoluogo della comunità autonoma delle Baleari (Spagna), 375.773 ab. (stima 2005).

Generalità

Situata sulla costa sudoccidentale dell'isola di Maiorca, nella parte più interna della baia di Palma. La piccola città vecchia, con strade strette e tortuose, è raccolta intorno al porto; dal 1872, anno in cui furono abbattute le vecchie mura, è cresciuta a semicerchio la città nuova. Nella seconda metà del Novecento, grazie al formidabile sviluppo del turismo, sono nati altri quartieri, sia lungo la costa, sia all'interno lungo le strade di comunicazione più importanti. Palma di Maiorca è una stazione turistica e balneare di fama internazionale. Vi nacque il filosofo e mistico R. Lullo (Ramón Llull; 1233 ca. - 1315 ca.).

Storia

Fondata dai Romani nel 123 a. C., dopo il periodo delle invasioni barbariche cadde sotto il potere califfale. Giacomo I la conquistò nel 1229 e la città divenne, in breve, uno dei principali centri commerciali del Mediterraneo. Il contrasto tra la ricca borghesia cittadina e la misera popolazione delle campagne esplose in una serie di violente rivolte che insanguinarono la città e il contado tra i sec. XIV e XVI. Sede vescovile sin dal 1238, nel 1716 divenne capoluogo della nuova provincia delle Baleari. Durante la guerra civile (1936-39), la città e tutta l'isola furono occupate dai franchisti, diventando base dell'aviazione e della flotta italiane.

Arte

La città conserva alcuni edifici di fondazione araba, come i Bagni (sec. XI) e il palazzo dell'Almudaina, diventato nel 1230 residenza reale e oggi sede del Museo Nazionale. Massimo monumento della città è la cattedrale di stile gotico catalano, costruita in varie riprese fra il 1230 e la fine del Cinquecento. All'interno conserva vari monumenti, sculture, decorazioni di notevole interesse e anche opere di A. Gaudí. Fra le varie altre chiese si possono ricordare San Francesco (gotica), Montesión e La Merced (barocche). Numerosi palazzi e palazzotti dei sec. XV-XVI (come la Lonja di G. Sagrera, costruzione quadrilatera con interno a tre navate) conferiscono un'impronta signorile a molte strade del vecchio centro. Nel Palazzo vescovile è il Museo Diocesano, ricco di oreficerie di varie epoche, codici, arazzi ecc. La Fondazione Pilar e Joan Miró espone opere dell'artista catalano. Il Museo di Maiorca, allocato nel quattrocentesco palazzo Aymans, contiene opere d'arte sacra medievale e rinascimentale, reperti di archeologia pre-romana, romana e islamica.

Economia

Servita da un porto tra i più attivi del Paese, collegato alle isole di Minorca e Ibiza e alle città di Barcellona e Valencia, e favorita dalla mitezza del clima e dalle numerose attrezzature ricettive e di svago, la città fonda la sua economia soprattutto sul turismo. Palma di Maiorca svolge inoltre funzioni commerciali (frutta, uva, pesce) e industriali, con complessi alimentari, tessili, conciari, cantieristici, del vetro e delle ceramiche. Di un certo rilievo è anche il settore agricolo (uva, olive, cereali). Aeroporto.

Curiosità e dintorni

A 3 km da Palma di Maiorca, sopra un altura (1126 m) a dominio della baia, è il castello di Bellver, costruito a partire dagli inizi del sec. XIV; l'edificio è a pianta circolare, con quattro torri di cui tre addossate alle mura. Ospita il Museo di Storia della Città, che documenta l'evoluzione di Palma dall'età del bronzo a oggi.

Media

Palma di Maiorca