Questo sito contribuisce alla audience di

Panfërov, Fëdor Ivanovič

narratore russo (Pavlovka, Saratov, 1896-Mosca 1960). Di origine contadina, esordì con racconti e drammi realistici, imperniati sui problemi delle campagne negli anni Venti. Nel romanzo Bruski (1928-37) affrontò i problemi della collettivizzazione agricola suscitando violente polemiche e incontrando notevoli apprezzamenti anche all'estero. Interessante è la novella Con occhi propri (1942), in cui sono espresse le idee di Panfërov sulla guerra. Negli ultimi anni della sua vita scrisse la trilogia Volga, fiume madre (1953, 1958, 1960) in cui sostenne la necessità di riformare l'economia e la società sovietiche, mostrandosi chiaramente influenzato dalla linea del XX Congresso del PCUS (comunista).