Questo sito contribuisce alla audience di

Pannartz, Arnold

tipografo (Praga ?-Roma ca. 1476). Chierico a Magonza, dopo l'occupazione della città da parte di Adolfo di Nassau (1462) fu chiamato a Subiaco dal cardinale Torquemada per impiantarvi, con K. Sweynheim, una tipografia, la prima attiva in Italia (tra il 1464 e il 1465). Il primo libro stampato fu un Donato (prima del settembre 1465), cui seguirono nello stesso tempo un Cicerone (De oratore) e un Lattanzio (29 ottobre 1465: è la prima pubblicazione datata di tipografia italiana), stampati in un carattere semitondo da loro stessi creato. Nel 1467, Pannartz e Sweynheim, su invito dei principi Massimo, si trasferirono a Roma dove stamparono insieme ca. 48 edizioni. Dopo la separazione da Sweynheim, avvenuta nel 1474, Pannartz continuò l'attività in casa Massimo.