Questo sito contribuisce alla audience di

Pantèa

moglie di Abradate principe di Susiana (sec. VI a. C.). Secondo il racconto romanzesco di Senofonte (Ciropedia), Pantea, virtuosa e fedele al marito, fatta prigioniera e ridotta in schiavitù dai soldati di Ciro, ottenne da questi di essere rigorosamente rispettata nel suo pudore. Liberata, convinse Abradate a divenire da nemico alleato del re. Si uccise quando apprese la morte in battaglia del marito.