Questo sito contribuisce alla audience di

Paramaribo

capoluogo del distretto di Sipaliwini e capitale del Suriname, 243.640 ab. (2004), l'agglomerato urbano 294.000 ab. (stima 2000).

La città costituisce un distretto urbano ampio 183 km² ed è situata sulla sinistra del fiume Suriname, a 20 km dalla sua foce nell'oceano Atlantico. Principale porto del Paese (esportazione di legname e bauxite), è un attivo mercato agricolo (zucchero, caffè, cacao), sede di industrie metallurgiche (alluminio), meccaniche, alimentari, del legno, calzaturiere, tessili, del tabacco e del cemento. Università (1968). Aeroporto internazionale a Zanderij. § Già villaggio indiano, fu occupato nel 1603 dal governatore inglese Sommelsdy il quale fondò l'attuale città. Nel 1640 venne occupata dai Francesi che vi stabilirono una stazione commerciale; nel 1650 ritornò in possesso degli inglesi che la proclamarono capitale della Guayana. Infine nel 1667 fu ceduta ai Paesi Bassi.

Collegamenti