Questo sito contribuisce alla audience di

Parcìnes/Partschins

comune in provincia di Bolzano (37 km), 626 m s.m., 55,40 km², 3192 ab. (parcinesi/Partschinser), patrono: santi Pietro e Paolo (29 giugno).

Centro del versante sinistro della bassa val Venosta. Posto, in epoca romana, a controllo della via Claudia Augusta e del confine, durante il Medioevo fu sede di una signoria locale. § La parrocchiale gotica presenta un campanile a bulbo e, all'interno, un pulpito ligneo e opere scultoree di Jörg Lederer (sec. XVI). Nell'abitato si trovano i tre castelli (Stachelburg, Spauregg e Gaudententhurm), di costruzione medievale e poi rimaneggiati, un tempo a difesa dell'imbocco della val Venosta. In località Rablà è una chiesetta gotica e presso Plaus una parrocchiale medievale rimaneggiata nel sec. XVI. § L'economia è basata sulla produzione di frutta (in particolare mele e pere) e sull'allevamento (legato alla produzione casearia). Le industrie operano nei settori del legno, delle materie plastiche, dei materiali da costruzione e degli imballaggi. Sviluppato il turismo estivo.